Quattro chiacchiere con la redazione di CTRL

Quattro giovani redattori e un progetto editoriale per raccontare la realtà “fuori dai radar” con una rivista, una casa editrice e un nuovo libro in arrivo.

Hanno tra 24 e 37 anni e si occupano di storie vere e insolite, che difficilmente troverete raccontate altrove. Sono Nicola Feninno, Chiara Generali, Alessandro Monaci e Michele Perletti: la redazione di CTRL.

Il progetto, nato a Bergamo nel 2009, è specializzato in reportage fotografici e narrativi. «In breve: mandiamo scrittori e fotografi a raccogliere storie vere, laterali, periferiche ma non ombelicali, che a noi piace definire “fuori dai radar”», spiega Nicola, il direttore. «Crediamo ce ne sia bisogno, e ci piace farlo».

Dagli esordi come fanzine distribuita a mano, CTRL è diventata una rivista e una casa editrice, arrivando a coinvolgere autori di primo piano come Valerio Millefoglie, Lorenza Ghinelli, Paolo Zardi e Michele Vaccari. Lo scorso anno ha pubblicato Gli ultrauomini, un libro di reportage narrativi curioso nella veste grafica e nei contenuti, un piccolo caso editoriale che – come capita ai successi – è anche il primo volume di una trilogia.

Da sinistra: Chiara Generali, Alessandro Monaci, Michele Perletti e il dimezzato Nic. Fen. Gli abili photoeditor della redazione mi perdoneranno questo collage?

Il secondo, I dimezzati, è stato annunciato in questi giorni. Raccoglie storie di «uomini e donne a metà», dalla doppia vita, ma anche di luoghi tagliati in due da barriere materiali o invisibili. Si può già ordinare online e, pandemia permettendo, sarà pronto agli inizi di maggio.

Temevo che un’intervista a quattro da remoto sarebbe degenerata nel caos, invece Alessandro, Chiara, Michele e Nicola hanno risposto con una disciplina orobico-prussiana! Per prima cosa, ho chiesto loro di presentarsi brevemente.

Leggi altro

SIAE regala ai giovani musica e film in streaming

Hai tra 18 e 30 anni? Puoi ricevere in omaggio un abbonamento a Infinity, TIMMUSIC e TIMVISION.

SIAE sostiene la campagna #iorestoacasa del Ministero dei Beni Culturali con un investimento di un milione di euro. Per questo ha deciso di regalare ai giovani tra 18 e 30 anni migliaia di abbonamenti ai servizi di streaming Infinity, TIMMUSIC e TIMVISION, che offrono musica, film e serie TV. Per richiedere l’accesso in omaggio a uno dei tre servizi è sufficiente postare una foto o un video sulla pagina Facebook SIAE con l’hashtag #iorestoacasa: trovi le istruzioni complete qui.

Leggi altro

Ebook per bambini e ragazzi gratis da Gallucci

Una selezione di libri in omaggio sul sito dell’editore.

Gallucci, editore romani specializzato in libri per bambini, ragazzi e giovani, ha messo a disposizione sul suo sito 10 ebook scaricabili gratuitamente. Tra gli autori, anche classici come Collodi e Mark Twain. Per poterli leggere è necessario scaricare gratis Adobe Digital editions (su PC o Mac) o MLOL Reader (su smartphone): trovi le istruzioni qui.

Microgrammi, i nuovi ebook Adelphi

Una nuova collana di mini-libri digitali anticipa le uscite rimandate a causa del lockdown.

I primi tre titoli della collana digitale Microgrammi: copertine (e prezzi) minimalisti

La situazione dell’editoria è descritta bene in questo articolo del Post del 25 marzo: da un lato si contano molte iniziative di solidarietà digitale, tra letture online ed ebook in omaggio. Dall’altro, con librerie chiuse, fiere annullate e difficoltà logistiche, stampare e distribuire nuovi titoli si sta rivelando molto difficile.

Leggi altro

Il collezionista di liste della spesa

Su Instagram, una raccolta di elenchi della spesa altrui rivela chi siamo, cosa mangiamo e come scriviamo quando nessuno ci guarda!

In un tempo in cui il diario personale è sui social e i messaggi che scambiamo con gli altri sono filtrati – e a volte sabotati – dal correttore automatico, l’ultima forma di scrittura davvero privata, non sorvegliata né mediata, è probabilmente la lista della spesa. Giulio Castoro, 31enne originario di Udine, ha iniziato a violare sistematicamente l’intimità di degli elenchi altrui: raccattati dal fondo dei carrelli, richiesti agli amici e ai parenti, li ha fatti finire su Instagram.

Leggi altro